Smartphone, scoprite quanto siete esposti alle radiazioni

uso_cellulare

Un’applicazione che offre la possibilità di comprendere il livello di esposizione ai campi elettromagnetici provocato da un cellulare.

Si tratta dell’ultima novità in ordine di tempo dell’Arpa Piemonte che da questo momento ha svelato un’app del tutto gratuita per dispositivi android sul proprio sito web.

Questa applicazione offre la possibilità di tenere sotto controllo il grado di esposizione alle onde elettromagnetiche nel corso di ogni telefonata e mantiene il conto delle chiamate che vengono portate a termine mediante il vivavoce piuttosto che l’auricolare, andando al contempo ad effettuare una vera e propria media delle esposizioni in un determinato periodo di tempo.

Senza ombra di dubbio, questa nuova invenzione si può considerare come un ottimo strumento per poter quantomeno modificare le proprie abitudini quando si impiega il cellulare per effettuare delle chiamate. L’applicazione è stata realizzata a partire da uno studio che è stato sostenuto economicamente da parte del Corecom piemontese, grazie a cui l’Arpa ha potuto studiare a lungo i livelli di esposizione ai campi elettromagnetici.

Senza ombra di dubbio, tra le statistiche che denotare il maggior interesse, troviamo quella per cui è sufficiente allontanare il proprio cellulare di 30 centimetri dalla testa per poter diminuire del 90% l’esposizione ai campi elettromagnetici.

In Italia solamente il 5% degli utenti sfrutta l’auricolare per effettuare delle chiamate, mentre una percentuale di poco superiore impiega il vivavoce: addirittura il 70% mantiene il cellulare sempre ben attaccato all’orecchio.

Altrettanto importante è il dato statistico riguardante la ricezione: nel caso in cui il cellulare abbia difficoltà con il segnale, il grado di esposizione aumenta.

Add Comment