Stephen Elop vuole vendere Xbox e Bing e puntare su Office

Stephen Elop vuole vendere Xbox e Bing e puntare su Office

Ben presto Steve Ballmer lascerà la sua poltrona di CEO Microsoft. Al momento non è ancora stato reso noto chi prenderà il suo posto ma tra i possibili candidati figura anche Stephen Elop, il CEO di Nokia che ritornerà a Redmond una volta conclusa, all’inizio del prossimo anno, l’acquisizione della divisione hardware dell’azienda finlandese.

Stando alle indiscrezioni diffuse in rete da Bloomberg nel corso delle ultime ore sembra però che qualora Stephen Elop dovesse realmente andare a ricoprire il ruolo di CEO di Microsoft provvederà a vendere o chiudere alcune unità della redmndiana, in particolare quelle di Xbox e di Bing.

Le fonti riportano infatti che Elop avrebbe considerato la possibilità di vendere l’unità che si occupa di Xbox, in quanto abbastanza profittevole, e di interrompere lo sviluppo di Bing, considerando il fatto che gli investimenti effettuati sino a questo momento non hanno portato ad alcun risultato positivo.

A pensarla in maniera più o meno analoga è anche Paul Allen, il co-fondatore di Microsoft, secondo cui, appunto, tanto Xbox quanto Bing costituiscono soltanto delle distrazioni. Inoltre, a detta di alcuni analisti finanziari, in caso di vendita i profitti dell’azienda potrebbero aumentare addirittura sino al 40% entro il 2015.

Unitamente alla mossa in questione tra i piani di Stephen Elop, sempre nel caso in cui dovesse arrivare a ricoprire il ruolo di CEO di Microsoft, non dovrebbe mancare anche quello di investire maggiormente per Office, la suite di produttività di casa Redmond.

Prima di assumere il ruolo di CEO di Nokia Stephen Elop ha infatti lavorato per Microsoft come capo della divisione Business e dunque come responsabile dello sviluppo di Office.

C’è quindi ben poco da sorprendersi del fatto che tra i presunti piani di Stephen Elop vi sia anche quello di investire maggiormente per la suite di produttività di Microsoft ed in particolare di farlo in un’ottica multipiattaforma. Elop, infatti, vorrebbe portare al più presto le applicazioni Office sulle piattaforme mobile Android e iOS andando dunque ben oltre l’oramai storico legame con i sistemi operativi Windows.

Add Comment