Videogiochi Android e video sullo schermo della TV mediante il Google Chromecast

casting games video

C’è molto che si può fare con il Google Chromecast ma sapevate di poter trasportare lo schermo del proprio telefono o tablet Android su qualsiasi TV collegata al dongle?

Google Chromecast è a buon mercato (35€), minuscolo e si può fare così tanto con esso. Se questo non è sufficiente a convincervi, allora cerchiamo di mostrarvi ora come eseguire il cast dello schermo di un dispositivo Android (telefono o tablet che sia) al televisore. Prima di tutto, è necessario assicurarsi che il dispositivo sia pronto.

Chromecast App

È innanzitutto necessario avere a portata di mano, oltre a un telefono o tablet Android, l’app Chromecast che si può scaricare gratuitamente dal Google Play Store.

Una volta installata, passare la modalità della TV all’ingresso HDMI a cui il Chromecast è collegato. Aprire l’app Chromecast e si vedrà il dongle Chromecast sulla rete.

Toccare la zona dove dice “Dispositivi” per rivelare le impostazioni di Chromecast. Toccare “Trasmetti schermo” per continuare.

Come si può vedere, il casting dello schermo è attualmente in versione beta. Nei nostri test ha funzionato senza alcun intoppo, ma potrebbe capitare di incontrare un occasionale glitch o problema. In ogni caso, quando si è pronti, toccare “Trasmetti Schermo”.

Apparirà l’elenco dei dispositivi. Se si possiede più di un Chromecast installato sulla propria rete, ovviamente saranno elencati tutti qui. Toccare il Chromecast verso cui si desidera lanciare il proprio schermo e successivamente dovrebbe apparire sulla TV o dispositivo simile.

Se si utilizza il cosiddetto Android puro, c’è un modo più veloce per castare lo schermo. Toccare la barra di stato per rivelare il pannello Impostazioni, dove dovrebbe esserci un pulsante Trasmetti schermo. Toccarlo per aprire i controlli adeguati.

Ogni volta che si sta castando qualcosa, si vedrà l’icona relativa nella barra di stato. Quando si vuole staccare, semplicemente tirare verso il basso il menu e toccare “Disconnetti”.

Questo è tutto, così semplice e tuttavia così impressionante. Detto questo, quanto bene funziona?

 

Alcuni inconvenienti minori

Il casting dello schermo è ovviamente un bel trucchetto ma vale la pena utilizzarlo? Come sono le performance? Si possono davvero guardare film e giocare dal proprio dispositivo senza alcun ritardo percettibile o irritante? La risposta è sì, è possibile, e probabilmente ci si ritroverà abbastanza soddisfatti dei risultati. Naturalmente, ci sono alcuni svantaggi, ma questi sono molto minori e somigliano più ad avvertimenti, piuttosto che evidenti problemi.

In primo luogo, se si sta effettuando il casting, esso aderirà al comportamento del dispositivo. Questo significa che, quando lo schermo andrà in standby, lo stesso accadrà sul televisore. Inoltre, ogni volta che si mostra qualcosa in modalità portrait (le schermate home sulla maggior parte dei telefoni non sono impostati in modalità landscape), essa apparirà come tale su qualunque cosa si stia castando.

Tenere a mente anche che è un mirroring del dispositivo, il che significa che il dispositivo sorgente deve restare attivo. Quindi, se si ha intenzione di guardare film e video per lunghi periodi si consiglia di collegare il dispositivo sorgente all’alimentazione.

Infine, e questa è la cosa più importante, qualunque cosa accada sul dispositivo comparirà sullo schermo della TV e tutti potranno vederlo, quindi se si ricevono messaggi privati fare attenzione a cosa si invia al dongle Chromecast.

Per quanto riguarda i film e video, l’esperienza è abbastanza impeccabile. È possibile utilizzare qualsiasi riproduttore video gratuito, come MX Player o il popolare VLC (ancora in beta), e si potrà guardare qualsiasi cosa sul tuo dispositivo proiettandola su uno schermo di grandi dimensioni. I risultati sono chiari, nitidi e reattivi, quindi siamo abbastanza sicuri che si rimarrà soddisfatti.

Ma, per quanto riguarda i giochi? Essere in grado di giocare su un grande schermo accresce ancor di più l’appeal di questa funzionalità. Diversi test su vari dispositivi Nexus riportano che il casting dei giochi sul grande schermo di una TV non influisce notevolmente sulle prestazioni. Il lag, se presente, è appena percettibile. L’unico vero inconveniente è che la maggior parte dei giochi viene eseguito in modalità portrait.

In definitiva, il più grande fattore nel giudicare le prestazioni sarà il dispositivo stesso. Ad esempio, i giochi vengono eseguiti sensibilmente meglio sul Nexus 5 e sul Nexus 7, rispetto a un Nexus 4.

Insomma, il casting dello schermo è un modo facile ed economico per proiettare il dispositivo su qualsiasi schermo grande nella propria casa a cui sia attaccato un Chromecast. Infatti, è così facile, lo si può usare per vedere tutti i propri video preferiti o semplicemente navigare pigramente su Internet dal divano.

Add Comment