WhatsApp: anche Microsoft voleva acquisire l’app, parola di Bill Gates

WhatsApp: anche Microsoft voleva acquisire l'app, parola di Bill Gates

Prima che Facebook ci mettesse sopra le mani anche Microsoft, al pari di Google, era interessata a WhatsApp, l’app di messaggistica istantanea che più di ogni altra ha saputo conquistare il cuore degli utenti di tutto il mondo.

A render nota la cosa è stato, proprio nel corso degli ultimi giorni, Bill Gates, l’ex CEO di Microsoft.

Durante una recente intervista rilasciata al Rolling Stones Gates ha infatti avuto modo di discutere di WhatsApp e della sua acquisizione da parte di Facebook dichiarando che al pari di Big G anche l’azienda di Redmond era interessata all’acquisto dell’app ma che molto probabilmente non avrebbe speso 19 miliardi di dollari come invece ha fatto Mark Zuckerberg.

Zuckerberg vuole trasformare Facebook. Ha la credibilità di poter spendere 19 miliardi di dollari per comprare qualcosa che essenzialmente non ha alcun modello di reddito […] la sua aggressività è sagace ma il prezzo pagato è molto più di quanto mi sarei aspettato. E’ ormai stato dimostrato che gli utenti sono volubili. Si tratta comunque di un software e in quanto tale può essere trasformato in una vasta serie di cose: quando hai la possibilità di comunicare con qualcuno, perché dovresti limitare al testo? Puoi scambiare foto, documenti, giocare insieme.

WhatsApp a parte nel corso di tale intervista Bill Gates ha inoltre avuto modo di fare interessanti riflessioni sull’industria tecnologica, sulle attività filantropiche, sul riscaldamento globale e su altri interessanti argomenti tra cui anche il suo ritorno in azienda ed il nuovo CEO Satya Nadella scelto per capitanare l’azienda dopo Steve Ballmer.

 

 

Add Comment