Nasa, alla ricerca di app davvero spaziali